-

Questo sito web utilizza
cookies per garantire il corretto
funzionamento delle procedure e
migliorare l’esperienza di uso
del sito stesso. Se vuoi saperne
di più o negare il consenso a tutti
o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudendo questo banner o
cliccando qualunque elemento
della pagina acconsenti
all’uso dei cookie.

Accetta


share

About

Tavshan Pasha : Oggetti etnici per il relax.

Ma cos’hanno a che fare tra loro un coniglio, lo stile etnico-mediorientale e un ex informatico?

Mi presento: sono Leandro, e in tutta questa storia sono l’ex informatico, e anche un po’ il coniglio. Perché proprio il coniglio? Beh, ognuno di noi ha il proprio animale totem no?!

Il progetto Tavshan Pasha nasce totalmente per caso in un particolare momento di inizio 2017. In quel periodo stavo attraversando una profonda crisi esistenziale e lavorativa, in cui la passione per il mondo della programmazione informatica mi aveva portato a un punto morto sulle mie prospettive future. Da molto tempo ormai mi trovavo in questa situazione di stallo, e sinceramente avevo già smesso da un po’ anche di sperare in una soluzione. Ma si sa… le cose più belle capitano all’improvviso!

Saranno stati i pomeriggi da bambino passati insieme al nonno falegname. O le capacità sartoriali delle mie nonne. O la mia passione per i viaggi e per lo stile e i colori dell’Oriente. O la voglia di essere partecipe in primo piano nella creazione di qualcosa di unico che possa uscire dall’ordinario e contaminare piano piano la nostra realtà fatta di omologazione e prodotti in serie.
Saranno state tutte queste cose insieme: sta di fatto che all’improvviso un lampo nella mia mente ha unito tutti i punti disegnando un’idea che da subito mi ha ricaricato di entusiasmo, speranza e divertimento: Tavshan Pasha!

Tavşan Paşa” in turco significa “Il Coniglio Pascià”. Mi è risultato immediato attribuire a questo personaggio regale e sornione la voglia di circondarsi di oggetti e accessori comodi e colorati, rigorosamente artigianali, ottenuti da tessuti che provengono da lontano…
La Turchia è la mia principale fonte di approvvigionamento per quanto riguarda le materie prime. Da anni ormai il mio cuore è sepolto a Istanbul, e in questa attività non faccio che celebrare, manufatto dopo manufatto, l’amore per i colori, i profumi e l’atmosfera che ritrovo ogni volta che ritorno a passeggiare sul Bosforo.

Ma non dimentichiamo che la Via della Seta è molto, molto lunga… tanti viaggi mi aspettano ancora e spero di poterli vivere insieme a tutti voi.

Follow the Rabbit on the Silk Route!

share